Borsalino: lo storico marchio arriva in Cappelleria Palladio

Lo avevamo sussurrato dai nostri social, ma ora possiamo finalmente annunciarlo: la storica Cappelleria Palladio è ora rivenditore autorizzato del marchio Borsalino. Un nuovo prestigioso brand, tutto made in Italy, entra quindi a far parte della nostra collezione. Un brand che non ha certo bisogno di presentazioni e che anzi è – fin dai primi del Novecento – ambasciatore dell’eccellenza e dello stile italiano nel mondo. Tanto da esser divenuto un nome comune, ad indicare il cappello fedora in feltro a tesa larga. Un’icona insomma, che si distingue però proprio per la larghezza della tesa: il Borsalino presenta infatti una tesa di 6 cm e con una consistenza piuttosto rigida, mentre il fedora ha una tesa più larga, mediamente di 7,5 – 8 cm.

indiana-borsalino-fedora-cappello
Nell’epoca d’oro di Hollywood tutti ne indossavano uno, forse in pochi sapendo che il mito era nato in una città della provincia italiana, Alessandria, grazie al fondatore e capostipite Giuseppe Borsalino.

 

borsalino-bogart-casablancaIl cappello, in ogni caso, è divenuto famosissimo attraverso e grazie al cinema e ai volti delle star che lo hanno indossato, anzi possiamo affermare senza di timore di essere smentiti che il cappello Borsalino stesso ha contribuito, in più di un’occasione, a creare l’immaginario di icone memorabili e senza tempo come Alain Delon e Jean Paul Belmondo (lo ricordate ladro sbruffone e scanzonato in Fino all’ultimo respiro?), Humphrey Bogart e Jean Seberg. Fino a Michael Jackson, che lo utilizzava spesso durante le sue esibizioni, le più note Billie Jean o Smooth Criminal.

 

Che forse il mito di Casablanca sarebbe stato lo stesso senza quel cappello indossato sui ¾ dal fascinoso Rick Blaine? E lo stesso vale per molti altri, a partire dalla serie di gangster e criminali dal Padrino in giù. Nel 1970 il cappello stesso ha ispirato un film: Borsalino, con Alain Delon e Jean Paul Belmondo. Pare che nei film di azione o avventura, come i primi western e poi per esempio quelli della serie di Indiana Jones, il Borsalino – con la sua falda larga – servisse a coprire il volto delle controfigure così da consentire loro di recitare le scene più rocambolesche con maggior facilità. Per quanto riguarda i divi di casa nostra, probabilmente l’espressione italiana più raffinata è quella di Marcello Mastroianni in Otto e mezzo di Federico Fellini.

 

Ciò che segna l’unicità del prodotto Borsalino è il processo produttivo: il feltro è realizzato in pelo fine (coniglio, lepre, garenne) attraverso 50 passaggi produttivi e una media di ben 7 settimane di lavoro per ogni copricapo. Un processo unico, ormai stabilizzato, che si è tramandato di generazione in generazione e il cui segreto è dato dalla rigorosa sequenza produttiva in cui si alternano passaggi in macchina e interventi e fermi manuali, che determinano la qualità e il controllo del prodotto finito.

La paglia impiega fino a 6 mesi di lavorazione! Il Panama made by Borsalino utilizza le fibre vegetali della Palma Toquilla, in un viaggio che parte dall’Ecuador alla conquista di America ed Europa. Una storia che Borsalino ha tramutato in leggenda senza tempo, diventando negli anni sinonimo di stile ed eleganza.
Leggeri, eclettici, versatili e sofisticati: vi aspettiamo a scoprire la collezione di cappelli #SS17 by Borsalino!